Informativa.
Questo sito, o gli strumenti terzi da questo utilizzati, si avvalgono di cookie necesssari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o preseguendo la navigazione in altra maniera, accosenti all'uso dei cookie.
Roma 15 °C
  18.01.2018 Ferienhaus Ostsee
   

Sono  diabetica  da  pochi anni ma  a causa  di  ipoglicemie continue  sono  passata subito al  microinfusore.  All'inizio ho  avuto  dei  timori  ad indossarlo perché avevo paura che andando  al  mare  si  sarebbe  visto  il  catetere con  il  suo  lungo  filo trasparente e poi  ovviamente  il  microinfusore
Qualche  amico, che  porta  anche  lui il  micro,  mi  aveva  suggerito  di  staccarlo ma  era  diventato  un  inseparabile amico per  cui  non mi ci potevo  più staccare.

Certo  dovevo  abbandonare i costumi  succinti  e tornare  a quelli un po'  più  larghi per  cercare di realizzare una  piccola  tasca  al suo interno per alloggiare  il  micro ma anche per staccarlo  facilmente nel  momento  in  cui volevo fare il bagno.
E  così  faccio.  Dopo  le  prime  curiosità  suscitate, ormai gli  amici  non  ci  fanno  più  caso.

Un giorno  mi  capita una  scena  divertente:  mentre  stavo  in  spiaggia  si  avvicinano  due  ragazzi  e vedendo che  stavo armeggiando con  un oggetto  simile ad un telefonino mi chiedono cosa  fosse ...  “forse un  Mp3 ???
Rimango  spiazzata  ma  subito dopo  mi  viene  da  rispondere: "si certo!  È l'ultimo ritrovato della  Apple  che puoi portare pure sott’acqua ".
Allora loro  esclamano  "Uaoo che  fico !!!!”  e se  ne  vanno.

Forse  quei  ragazzi  erano  un  po'  ingenui  comunque ero felice perché la  cosa  era  passata  inosservata.

Mi   chiedo ancora se  quei  ragazzi  sono  andati  a cercare  l'ultimo   ritrovato della Apple !!!!  … su  internet